eHoverboard: Hoverboard, Monociclo Elettrico, Monopattino Elettrico, Segway, E-Bike e Pit Bike

Hoverboard, monociclo elettrico, monopattino elettrico, segway, e-bike e pit bike, sono i mezzi a ruote elettriche innovativi trattati su eHoverboard.

Adatti a tutti, adulti e bambini, soprattutto per chi adora passeggiare in città, visitare strade e piazze caratteristiche, per chi intende spostarsi da un luogo all’altro, godendo dell’aria fresca in volto.

Sono veicoli elettrici ideali per chi vuole coprire medie lunghe distanze in città, senza rimanere imbottigliati nel traffico; per chi ama muoversi, per le persone dinamiche che rifiutano ogni forma di sedentarietà.

Le offerte più interessanti vengono dal mondo dei cicli elettrici, fino a qualche anno fa l’unica alternativa alle auto e agli scooter erano le bici elettriche. Oggi il mercato dei due ruote elettrici è davvero vasto ed appassionante.

Le proposte online, che troverai su eHoverboard, sono le più interessanti, le più competitive, sicché acquistare mezzi elettrici a prezzi bassi, è sempre più una questione di velocità di click.

Passeggiare su ruote elettriche come hoverboard, monociclo elettrico, monopattino elettrico, segway, e-bike e pit bike, i mezzi su eHoverboard

Su eHoverboard parliamo di mezzi elettrici di trasporto personale che hanno trovato larga diffusione negli Stati Uniti d’America e si stanno diffondendo a macchia d’olio anche nelle più grandi e trafficate metropoli europee.

Il primato della produzione di questi street board elettrici è da assegnare alla Cina, ma tantissime case di produzione occidentali stanno cominciando a diventare competitive, con prodotti sempre più semplici da guidare, più maneggevoli, a prezzi più abbordabili.

Hoverboard, monocicli elettrici, monopattini elettrici e segway

Oggi in tutto il mondo, dall’Oriente all’Occidente, spopolano i cicli elettrici e quindi c’è grande richiesta per i diversi, originali e colorati modelli di hoverboard, monocicli elettrici, monopattini elettrici e segway.

eHoverboard

Il grande successo riscosso da quelli che sono anche detti self balancing scooter (ovvero mezzi autobilancianti) può essere ancorato a molteplici ragioni.

Innanzitutto parliamo di mezzi ad alimentazione elettrica, che non funzionano a benzina o con altri solventi, altamente inquinanti e la loro diffusione può essere spiegata, dunque, anche come diffusione della cultura del rispetto dell’ambiente tra le nuove generazioni.

Il fatto che abbiano un’alimentazione ricaricabile, significa anche risparmiare a livello economico le tariffe dei continui rifornimenti per gli spostamenti, e questa implicazione non è di poco conto, specie per i giovanissimi che non hanno grande autonomia monetaria.

Gli hoverboard, il monociclo elettrico, il monopattino elettrico e il segway sono mezzi poco ingombranti che non creano ai guidatori problemi di parcheggio.

A differenza delle bici elettriche, per le quali resta comunque valido il discorso del funzionamento a batterie e dunque del rispetto ambientale, gli skate elettrici, una vota giunti a destinazione, non necessitano di catene ed altri antifurti, ma possono essere portati in casa, in ufficio e ovunque ci si rechi.

Vanno quindi solitamente riposti in custodia e posizionati in un angolo, dove occupano pochissimo spazio.

Queste le ragioni principali del consenso ottenuto degli street board elettrici.

Oltre alle spiegazioni logiche del successo di questi mezzi, c’è poi una spiegazione che potremmo definire “sociale”: si tratta del fenomeno del momento, di una tendenza nel mondo del trasporto personale di largo seguito, di una moda che conta sempre più seguaci.

L’intero fenomeno è spesso etichettato con il nome di “Hoverboarding” ad indicare tutti i veicoli elettrici a due ruote, per una sola persona, che stanno appassionando intere generazioni.

Vediamo da dove arriva questo termine, il suo significato, il suo grado di diffusione.

“Hoverboard” letteralmente significa “Volopattino” ed indica uno skateboard appartenente al mondo della fantasia, senza ruote e capace di sollevarsi da terra e fluttuare nell’aria, come quello utilizzato da Michael J. Fox nella famosissima saga di “Ritorno al Futuro”.

hoverboard ritorno al futuro

Questo mezzo fantasioso, futuristico, avveniristico, ha ispirato i primi modelli di skateboard elettrici, che pur non sollevandosi in volo, consentono di coprire belle distanze ad una bella velocità.

Un connubio perfetto che genera entusiasmo specie tra i più giovani che vanno quindi alla ricerca dello skate elettrico ideale e più adatto ai loro gusti.

E-Bike e Pit Bike: mezzi rivoluzionari elettrici, ecologici, veloci e divertenti che fanno gola alle nuove generazioni

E-bike e pit bike sono mezzi elettrici simbolo di una rivoluzione nei trasporti, realizzata all’insegna del rispetto dell’ambiente, attualmente in corso in Italia e nelle più grandi metropoli europee ed internazionali e sempre più coinvolgente.

E-bike e pit bike sono mezzi ecologici che non funzionano per combustione di benzina o altri solventi chimici, altamente inquinanti.

e-bike pit-bike

Si tratta di due ruote elettrici, che sfruttano batterie caricabili e grazie alla loro autonomia consentono di spostarsi da un capo all’altro della città, godendo delle sue bellezze.

Le e-bike o bici elettriche stanno riscuotendo tantissimo successo tra gli amanti della pedalata, tra gli sportivi, giovanissimi e meno giovani, che desiderano spostarsi in città su due ruote, evitando traffico ed altri inconvenienti.

Le pit bike o mini moto elettriche, sono mezzi elettrici a due ruote, che nascono per le gare di mini moto cross, quindi nascono per le competizioni sportive, per viaggiare ad alta velocità sugli appositi circuiti, per i professionisti del settore.

Esiste una variante, costituita dalla pit bike motard, destinata ad un pubblico più vasto, ovvero a chi frequenta le piste da cross non per agonismo, ma per il proprio piacere personale.

Questa variante, negli anni, sta riscontrando sempre più consensi. Soprattutto da parte degli adolescenti. Soprattutto online.

Tipologie di mezzi elettrici trattati su eHoverboard

Vediamo il riepilogo delle tipologie di mezzi elettrici trattate dal sito eHoverboard che sono hoverboard, monociclo elettrico, monopattino elettrico, segway, e-bike e pit bike.

Cliccando sui vari link accederai alle relative pagine di dettaglio dove troverai descrizioni, caratteristiche, recensioni, opinioni, offerte e prezzi dei migliori modelli in vendita online.

Hoverboard

hoverboard
Hoverboard

Hoverboard è il più innovativo tra i mezzi elettrici a due ruote. Somiglia al più classico segway ma non ha manubrio.

Si compone di due basi di appoggio per i piedi, montate sullo stesso asse, con due ruote alle estremità. Guidarlo è semplicissimo.

Sono i movimenti dei piedi ad indicare le direzioni: inclinazioni a destra o sinistra per svoltare, inclinazione in avanti per accelerare, inclinazione all’indietro per la retromarcia.

È uno tra i mezzi elettrici che preferiamo, non a caso il sito si chiama: eHoverboard 🙂

Sale
Nilox Hoverboard Doc con Certificazione UL 2272 borsa inclusa, Nero
159 Recensioni
Nilox Hoverboard Doc con Certificazione UL 2272 borsa inclusa, Nero
  • Velocità massima 10 km/h, angolo massimo di salita 15° circa
  • Diametro ruota 6.5, peso massimo sostenuto 100 kg
  • Carica massima per distanza 20 km, tempo massimo di ricarica 2-3 ore
  • Potenza motori 2 x 240w
  • Inclusi nella confezione: borsa, adesivi, protezione in gomma e caricatore standard

Monociclo Elettrico

monociclo elettrico
Monociclo Elettrico

Il monociclo elettrico è un mezzo elettrico su una ruota, robusta, stabile, in perfetto equilibrio, da guidare in piedi o su una comoda seduta (simile a quella di una bici).

Dotato di giroscopi, ovvero sensori di movimento così innovativi, che ne assicurano il perfetto bilanciamento e ne facilitano la guida.

Con semplici spostamenti del peso del corpo è possibile dare una direzione al monociclo, verso destra, verso sinistra, in avanti per acquisire velocità, in dietro per rallentare, frenare e fare retromarcia.

Monorover R1 132Wh Ruota Single Self Bilanciamento Monociclo Elettrico...
8 Recensioni
Monorover R1 132Wh Ruota Single Self Bilanciamento Monociclo Elettrico...
  • Get on MonoRover R1 e andare avanti - Ovunque voi siate. Una Ruota, One Dream, One of a Kind ... fare la differenza una...
  • ONE rotelle I tuoi occhi non ingannano. Si tratta di uno scooter elettrico a ruote, e sì, si può acquistare uno oggi....
  • UNO onirico Cosa non ti piace del tuo modo attuale di trasporto? E 'pagato per il gas? E 'sudare su una moto in mezzo al...
  • UNO DI UN gentilezza La Monorover è davvero come nessun altro sul mercato. Puoi essere il primo nel tuo quartiere...
  • Il dispositivo sarà spedito dagli Stati Uniti, e non esitate a contattarci in primo luogo se avete problemi. MonoRover...

Monopattino Elettrico

monopattino elettrico
Monopattino Elettrico

Il monopattino elettrico, è il mezzo più acquistato non solo per adulti ma anche per bambini.

Si tratta del mezzo di trasporto a due ruote (anche a tre per i più piccoli), per il quale sono presenti in rete le migliori offerte, i modelli che danno le migliori prestazioni, ai prezzi più economici, le occasioni più vantaggiose.

Le sue due ruote, la sua lunga base d’appoggio, il manubrio alto e regolabile, la sua stabilità ed aderenza, insomma tutte le sue caratteristiche tecniche lo rendono un mezzo di trasporto personale ad alta sicurezza, adatto a tutte le età.

Monopattino elettrico, super leggero, in fibra di carbonio,...
2 Recensioni
Monopattino elettrico, super leggero, in fibra di carbonio,...
  • Struttura e tavola in fibra di carbonio di alta qualità, che lo rendono estremamente leggero ma robusto.
  • È il monopattino ideale per i pendolari urbani. Dimensioni compatte e facile da piegare, per portarlo sui mezzi...
  • Monopattino elettrico, ultra leggero, in fibra di carbonio, pieghevole, da 250 W, per adulti fino a 150 kg.
  • Batteria LG 18650 24 V 6.6 Ah, agli ioni di litio, ad alta capacità, con ruote in linea, in uretano, con...

Segway

segway
Segway

Il segway detto anche “monopattino biga”, ricorda in effetti, nella forma il mezzo di trasporto, trascinato da cavalli, utilizzato nell’Antica Roma da gladiatori, condottieri, guerrieri.

Due ruote massicce poste ai due lati di un’ampia base di appoggio per i piedi, un alto manubrio che facilita l’equilibrio e la guida, una struttura elegante ma potente e capace di grandi prestazioni ed il gioco è fatto: con il segway è possibile andare davvero ovunque.

Ninebot Mini Pro Robot trasporto personale, Nero
24 Recensioni
Ninebot Mini Pro Robot trasporto personale, Nero
  • Direzione giroscopica anteriore/posteriore.
  • Velocità massima: 18 km/h (bridable).
  • Autonomia: da 30 a 40 km.
  • Connettività: Bluetooth 4.0.
  • Tubeless dimensioni delle ruote: 25 cm (10" ).

E-bike

e-bike
E-bike

La e-bike o bici elettrica deve gran parte del successo al fatto di essere uno tra i mezzi elettrici semplicissimi da guidare, ovvero tra quelli che non richiedono grande fatica grazie al Pas System che le caratterizza.

Si tratta di un Sistema di Pedalata Agevolata che si attiva e disattiva in modo automatico e che rende la pedalata molto più semplice, intuitiva e meno faticosa.

Altri punti di forza delle biciclette elettriche di nuova generazione sono: la potenza del motore da 250 W; la velocità raggiungibile: 25 km/h circa; le distanze percorribili, anche oltre i 40 km.

Si tratta, con ogni evidenza, di mezzi elettrici, rispettosi dell’ambiente, ma anche molto potenti. La potenza di una e-bike si giudica, prevalentemente, esaminando le caratteristiche del suo motore.

Esistono due tipi di motori e quindi due tipi di e-bike.

Ci sono bici elettriche con motore brushed, ovvero a corrente alternata, che raggiungono velocità più contenute, sono adatta ai più piccoli, anche se sono in fase di superamento.

Poi ci sono le e-bike con motore brushless, ovvero a corrente continua, che sono anche le più potenti, tanto da poter parlare di un vero e proprio boom di vendite specie nel mercato virtuale.

Le vetrine online, infatti, sono ricche di modelli bellissimi, super accessoriati ed a prezzi imbattibili e su eHoverboard troverete descrizioni dei modelli più acquistati.

L’elemento che maggiormente attira l’attenzione del pubblico sui modelli di e-bike proposti online è proprio il prezzo economico.

È stato, infatti, valutato che l’indice di risparmio su una e-bike acquistata on line, rispetto al mercato tradizionale, è di circa il 20-30%. Un risparmio davvero ragguardevole.

BICICLETTA ELETTRICA MOD. SUNRAY 200 BATTERIA AGLI IONI DI LITIO...
12 Recensioni
BICICLETTA ELETTRICA MOD. SUNRAY 200 BATTERIA AGLI IONI DI LITIO...
  • Freni: a disco anteriore e Vbrake posteriore
  • Sistema di PAS (pedalata assistita) approvato dalla CE, motore Brushless de 250W
  • Cerchi da 26", luce anteriore led, cambio Shimano 6 velocita'
  • Batterìa Ion-Litio 36V 10Ah, distanza: 35-65 KM, 3 modalità di pedalata assistita

Pit Bike

pit bike
Pit Bike

Le pit bike sono moto elettriche che devono il loro successo attuale alla Honda. A partire dalla Honda CRF 50, le maggiori case produttrici di mini moto e moto vere, hanno rivolto tanto impegno al perfezionamento e al rilancio delle pit bike.

I primi modelli di gran successo risalgono all’inizio del Ventesimo secolo, un successo dovuto a specifiche caratteristiche dei nuovi modelli.

In primis: motore a 4 tempi, ruote da 12 pollici, cilindrate potenti: da 50 cc a 160 cc e oltre per i modelli più professionali.

Le pit bike sono mini moto cross elettriche in grado di stupire adolescenti e adulti, sportivi per diletto e professionisti. Si tratta di moto pensate per i mini circuiti da cross.

Circuiti frequentati sia dagli amatori, per lo svago ed il divertimento, sia dai professionisti che si sfidano in vere e proprie competizioni.

Una distinzione ben nota nel settore è, dunque, quella tra pit bike motard, per le corse degli appassionati dell’alta velocità; e pit bike cross, per i motociclisti e per i giovanissimi che si approcciano a questa disciplina sportiva.

Sicché, se fino a 15 anni fa circa le pit bike erano montate solo dai piloti, oggi tutti possono provare l’ebbrezza dell’alta velocità a bordo di una mini moto elettrica di ultima generazioni.

Per chi si approccia, timidamente, al mondo dei circuiti di mini moto cross, è consigliabile una pit bike leggerissima e potente, ma di cilindrata limitata, almeno sino a prendere totale confidenza con il mezzo.

B2Bike B2FUN - Mini-moto da cross, 49 cc
1 Recensioni
B2Bike B2FUN - Mini-moto da cross, 49 cc
  • Forcella ammortizzata anodizzata.
  • Filtro dell'aria sportivo in alluminio.
  • Marmitta sportiva doppia.
  • Cornice verniciata a polvere.
  • Fune di emergenza.

Su eHoverboard troverai offerte, occasioni, recensioni dei modelli di maggiore successo ai prezzi più bassi, ma anche video che mostrano i mezzi all’azione.

Su eHoverboard roverai quindi tutte le informazioni tecniche utili a scegliere il proprio mezzo elettrico di trasporto personale, per migliorare gli spostamenti in città nel presente e per “viaggiare verso il futuro”.

Non ti resta che valutare e scegliere il mezzo elettrico che preferisci… poi te ne innamorerai e non riuscirai più a farne a meno! Parola di eHoverboard.

Normativa di legge italiana per la circolazione

La questione normativa italiana per la circolazione dei mezzi elettrici è molto delicata, i pareri sono discordanti, ma se ci sono parti delle norme che un po’ sono “vittime” della libera interpretazione, altre parti sono invece molto precise e non lasciano alcun dubbio interpretativo.

I monopattini elettrici e gli hoverboard sono etichettati come microciclomotori nel CDS

Innanzitutto i due ruote elettrici per poter circolare liberamente sulle strade di città devono essere omologati. E questo vale sia per i monopattini che per gli hoverboard.

Se guidati con casco, se provvisti di targa, se dotati di assicurazione, se e solo se, vengono rispettate queste condizioni, monopatini e hoverboard possono circolare su strada, in quanto entrano a fare parte della categoria dei mezzi di locomozione così come stabilito dall’articolo 46 del Codice della Strada. L’articolo recita:

  1. Ai fini delle norme del presente codice si intendono per veicoli tutte le macchine di qualsiasi specie, che circolano sulle strade guidate dall’uomo. Non rientrano nella definizione di veicolo:
  1. le macchine per uso dei bambini, le cui caratteristiche non superano i limiti stabiliti dal regolamento;
  2. le macchine per uso di invalidi, rientranti tra gli ausili medici, secondo le vigenti disposizioni comunitarie, anche se asservite da motore.

Con ogni evidenza, monopattini elettrici ed hoverboard rientrano nella definizione di “veicoli” fornita dal Legislatore e a talune condizioni (quali quelle precedentemente elencate) possono viaggiare su strada.

Altre condizioni imposte dalla legge sono:

  • lunghezza massima 1,10 m;
  • larghezza massima 0,50 m;
  • altezza massima 1,35 m;
  • sedile monoposto;
  • messa in ordine di marcia 40 Kg;
  • potenza massima del motore 1KW;
  • velocità massima 6 Km/h per i veicoli dotati di motore

Prendendo in considerazione tutti i parametri stabiliti dalla legge potremmo dire che se hoverboard e monopattino elettrico vantano una potenza di motore superiore ad 1 KW e viaggiano ad una velocità superiore ai 6 Km/h devono essere assicurati per poter circolare su strada come mezzi rientranti nella categoria di veri e propri “veicoli”.

Se invece sono usati da bambini e vantano motori modesti e velocità modeste possono circolare su strade, parchi e centri, liberamente rientrando nella categoria delle “macchine per bambini”.

I monopattini elettrici e hoverboard sono etichettati come microciclomotori nel CDS, infatti andando avanti nella lettura degli articoli del CDS ci imbattiamo negli articoli 52 e 53 che trattano rispettivamente di ciclomotori e motoveicoli, categorie a cui appartengono per un verso piuttosto che per un altro, sia monopattino elettrico che hoverboard.

L’articolo 52 del nuovo codice della strada, recita:

– I ciclomotori sono veicoli a motore a due o tre ruote che hanno le seguenti caratteristiche:

a) motore di cilindrata non superiore ai 50 cm se termico;
b) capacità di sviluppare su strada orizzontale una velocità fino a 45 km/h;

Per quanto concerne, invece, i motoveicoli, l’articolo 53 recita:

– I motoveicoli sono veicoli a motore con due, tre, quattro ruote e si distinguono in

a) motocicli (…)
b) motocarrozzette (…)
c) motoveicoli per trasporto promiscuo (…)
d) motocarri (…)
e) mototrattori (…)
f) motoveicoli per trasporti specifici (…)
g) motoveicoli per uso speciale (…)
h) quadricicli a motore (…)

Gli esperti del CDS hanno dedotto da queste norme che monopattini e hoverboard vanno collocati a metà strada tra ciclomotori e motoveicoli, oppure inseriti in una categoria del tutto nuova, quella dei microciclomotori, sottoposta a regolamentazione attraverso norme successive.

Il primo riferimento in materia è il D.M. del 31 gennaio 2003, in attuazione della direttiva 2002/24/CE, che stabilisce tre questioni importanti:

  • i veicoli a motore a due o tre ruote, aventi una velocità massima di 6 km/h e che non siano velocipedi a pedalata assistita, né costruiti per uso di bambini o invalidi, sono da ricomprendersi, a seconda delle prestazioni e delle caratteristiche costruttive, tra ciclomotori e motoveicoli;
  • vige l’obbligo di omologazione ai sensi del D.M 2 maggio 2001 n. 277
  • i microciclomotori elettrici non possono essere ricompresi tra gli acceleratori di andatura previsti dall’art 190 al comma n. 8 del CDS

A ben vedere la questione della regolamentazione di hoverboard e monopattini elettrici, è molto complessa, ma il Legislatore italiano si sta impegnando tanto in questo senso e quindi potremmo dire di essere sulla buona strada.

E-bike e pit bike: un vuoto normativo da riempire

Lo stesso non si più dire esaminando la legislazione di riferimento relativa a e-bike e pit bike, ancora più lacunosa e carente. Per e bike e pit bike potremmo parlare di un vuoto normativo da riempire.

Cerchiamo comunque di fare chiarezza, tra i pochi e a volte contorti riferimenti normativi a disposizione.

Per quel che concerne le e-bike, l’assunto di partenza del Legislatore è la distinzione tra bici elettrica a pedalata assistita e bici elettrica senza pedalata assistita.

La prima tipologia è sottoposta a regolamentazione dal CDS all’art 50, allorquando si definisce la bicicletta a pedalata assistita come velocipede dotato di motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 W, la cui alimentazione è progressivamente ridotta e infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima, se il ciclista smette di pedalare.

La stessa definizione di bici elettrica viene ripresa nel D.M. del 31 gennaio 2003, in attuazione della direttiva 2002/24/CE, rafforzando il concetto di velocipede con motore, che non può superare su strada la velocità di 25 km/h senza incappare in severe sanzioni (pecuniarie ed amministrative).

Per quanto riguarda la seconda categoria, ovvero quella delle bici elettriche senza pedalata assistita, esse sono assimilate ai ciclomotori (di cui all’art. 52 del CDS) dalla Ordinanza Concernente le Esigenze Tecniche dei Veicoli stradali (OVET). All’art 18 della norma in questione si distingue poi tra: ciclomotori leggeri, in cui rientrano le bici elettriche ad un posto, con un motore elettrico di potenza massima di 0,5 KW, che senza la forza muscolare del conducente raggiungano una velocità massima di 20 km/h; e ciclomotori che arrivano ad una velocità massima di 25 km/h.

In merito alle e-bike potremmo concludere che in Italia la legislazione di riferimento indica nel sistema PAS (o nella sua assenza), nella potenza del motore e nella velocità massima raggiungibile, i principali criteri di catalogazione dei vari modelli e di successiva regolamentazione su strada. Ma per completare questa regolamentazione evidentemente c’è ancora molto da lavorare.

Passiamo ora alle pit bike. Il CDS nel caso delle pit bike è di scarso aiuto, visto che le moto elettriche motard e da cross, non sono nate per viaggiare su strada, ma per “cavalcare” i circuiti, per approcciarsi ad uno sport, al mini moto cross.

Dovremmo, dunque, attenerci al codice sportivo di riferimento per capire quali sono i principi da rispettare nel salire in sella ad una pit-bike negli appositi circuiti.

Nel mondo del mini moto cross, innanzitutto, possono fare il loro ingresso tutti, dai bambini a partire dai 10 anni, agli adulti.

Per le pit bike non sono previste: targa, libretto di circolazione, luci… questo perché non sono omologate per circolare su strada.

La maggior parte dei modelli di maggior successo sono fabbricati in Cina, nel rispetto degli standard di qualità e delle norme CE. Si tratta, dunque, di mezzi ecologici, divertenti molto sicuri e di grande resa e qualità.

Non possono circolare su strada, ma assicurano a chi si approccia a questo sport e ai professionisti del settore tanto divertimento ed adrenalina alle stelle.

Hoverboard, monopattino elettrico, e-bike, pit bike, sono mezzi elettrici di trasporto personale, molto simili dal punto di vista del divertimento assicurato, ma molto diversi per caratteristiche, prestazioni e criteri di omologazione.

Per evitare sanzioni ma soprattutto per ragioni di sicurezza, per tutelare la propria incolumità personale, è bene sempre attenersi alle norme di riferimento e circolare su questi mezzi rivoluzionari nel pieno rispetto delle stesse.

eHoverboard: Hoverboard, Monociclo Elettrico, Monopattino Elettrico, Segway, E-Bike e Pit Bike ultima modifica: 2016-12-13T16:10:59+00:00 da eHoverboard