Che cos’è la mobilità dolce e perché ci sposteremo sempre di più con bici elettriche, monopattini e hoverboard

Che cos’è la mobilità dolce in città e perché ci sposteremo sempre di più con bici elettriche, monopattini e hoverboard

Mobilità dolce è una locuzione che stava pian piano prendendo piede accanto alla più nota mobilità sostenibile ma che è letteralmente “esplosa” in popolarità a causa dell’emergenza Coronavirus / Covid-19.

Infatti nel concetto di mobilità sostenibile rientrano, oltre ai veicoli elettrici privati anche i mezzi pubblici come autobus, treni e metropolitane. La necessità di distanziamento sociale che la pandemia ha introdotto, e che ci accompagnerà per molto tempo ancora, pone un serio problema di rischio contagio nei mezzi pubblici.

Le autorità stanno prendendo molti provvedimenti per contenere questo rischio, come il contingentamento dei passeggeri negli autobus e nei vagoni di treni e metropolitane, il mantenimento delle distanze e la sanificazione, ma la realtà è che non si può escludere con certezza di venire a contatto con superfici o particelle in sospensione contenenti il virus.

Perché si prevedono incentivi per bici elettriche, monopattini elettrici e hoverboard

Ecco allora che le autorità stanno a più riprese annunciando incentivi e piani per promuovere l’uso di tutti quei mezzi che permettano di :

  • ridurre l’inquinamento delle nostre città ( come era già per i mezzi pubblici, dei cui svantaggi in tempi pandemici abbiamo però già detto )
  • non intasare di traffico le strade delle nostre cittadine, come sarebbe se paradossalmente tutti disponessero di auto elettriche o ibride e ognuno di noi decidesse di usarle quotidianamente per andare al lavoro
  • permettere il distanziamento sociale e ridurre il rischio contagio.

Tra i mezzi che permettono di spostarci e muoverci in città, con tempi di spostamento accettebili rispettando le tre condizioni suddette ci sono: bici elettriche, nonopattini elettrici ed hoverboard. Oltre alle bici tradizionali ovviamente, ma un conto è arrivare in ufficio riposati e tutt’altra cosa è dopo aver pedalato per chilometri. L’importanza di avere almeno il vantaggio della pedalata assistita in questo contesto è innegabile.

Le dichiarazioni del ministro dei trasporti, del Presidente dell’ANCI e del Sindaco di Milano Sala

Le dichiarazioni in tal senso sono numerose e autorevoli. Il Ministro dei Trasporti Pubblici Paola De Micheli , in una intervista al Corriere della Sera del 20 Aprile 2020 ha dichiarato:

“Modificheremo il codice della strada per consentire l’ apertura di piste ciclabili in via transitoria anche solo con segnaletica orizzontale e anticiperemo risorse. E nel prossimo decreto legge ci saranno incentivi per l’ acquisto di bici, bici elettriche e monopattini“.

Gli fa eco il presidente dell’ANCI ( Associazione dei comuni italiani ) , Antonio De Caro, secondo cui :

“dobbiamo cambiare completamente il sistema della mobilità: non sarà più possibile congestionare i mezzi pubblici, dovremo contingentare le persone che potranno entrare in metropolitana, negli autobus, nel sistema del trasporto rapido di massa. Ci sarà bisogno di investire sulla mobilità dolce, sugli incentivi all’utilizzo della bicicletta, del monopattino elettrico e sulla mobilità in sharing”.

De Caro, Sindaco di Bari, si era già distinto a Gennaio 2019 per aver lanciato un’iniziativa nel proprio comune che concedeva un incentivo di 25€ al mese a chiunque avesse scelto di andare al lavoro con la bici elettrica. Chiudiamo questa carrellata di dichiarazioni con quella del Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che in una intervista al Corriere della Sera ha dichiarato :

“voglio usare questa situazione per rilanciare la mobilita dolce. Sto chiedendo al governo di poter fare piste ciclabili piu facili, con una deroga al codice strada mettendo una striscia sull’asfalto al posto del cordolo, e poi finanziamenti all’acquisto di biciclette elettriche” .

La direzione tracciata per il prossimo futuro è dunque chiara : si andrà  sempre più verso mezzi a emissioni zero, ma che oltre a tenere bassi il traffico e la concentrazione di polveri sottili nell’aria che respiriamo, permettano anche di aumentare il distanziamento. Vediamo quindi nei prossimi paragrafi questi mezzi che soddisfano le nuove esigenze di trasporto cittadino, come bici elettriche, monopattini e hoverboard.

Le biciclette elettriche

Una bicicletta elettrica è perfetta per muoverci in città e fuori in maniera veloce e anche ecologica. Proprio come le biciclette elettriche di Import For Me, si tratta di mezzi che hanno un’estetica identica alle classiche due ruote ma dispongono di un motore aggiuntivo per farci raggiungere velocità maggiori. È un mezzo agile che si districa bene in mezzo al traffico, anche grazie alle tante piste ciclabili che stanno apparendo nelle nostre città. Invece di dover faticare e sudare per andare dove vogliamo, possiamo attivare la pedalata assistita che fa il lavoro al posto nostro: comodo no?

Il motore è elettrico perciò non ha alcun tipo di emissione dannosa e garantisce spostamenti rispettosi per l’ambiente. È un vantaggio non da poco perché ci permette di transitare anche nelle zone a traffico limitato e chiuse ai normali mezzi. D’ora in avanti diventerà sempre maggiore la necessità di trovare veicoli che rispondono alle crescenti esigenze di eco sostenibilità e rispetto ambientale.

I monopattini elettrici

Il monopattino elettrico è un veicolo perfetto per la città dato che ci fa evitare il traffico e transitare nelle ZTL. È un veicolo che piace sempre di più anche agli adulti viste le sue grandi potenzialità. Questi piccoli ma potenti mezzi dispongono di un motore elettrico che fa girare le ruote mosso da una batteria.

Si usa moltissimo nelle grandi città anche per organizzare delle visite turistiche senza dover per forza camminare e affaticare le gambe.

I monopattini migliori sono quelli realizzati in metallo e non in plastica perché più resistenti e duraturi nel tempo. È facile da trasportare grazie alla chiusura per portarlo sulle spalle, sui mezzi pubblici, in auto, in ufficio, etc. Alcuni sono anche dotati di campanello e luci.

Gli hoverboard elettrici

Un hoverboard elettrico è un mezzo che forse non tutti conosciamo bene. Si tratta di una sorta di skateboard che però si muove orizzontalmente. È divertente e pratico per i nostri spostamenti in città. Sono prodotti affidabili e sicuri che hanno anche un prezzo accessibile.

Finalmente, potremmo smettere di pagare abbonamenti costosi per i parcheggi in città. Non servirà più alzarci all’alba per avere il tempo per arrivare in ufficio: una volta smontati dai mezzi pubblici, arriviamo in ufficio nel giro di un batter d’occhio con mezzi di questo tipo. Ormai si tratta di soluzioni senza età che vengono utilizzate più dagli adulti che dai giovani e giovanissimi.

 

Che cos’è la mobilità dolce e perché ci sposteremo sempre di più con bici elettriche, monopattini e hoverboard ultima modifica: 2020-04-27T16:02:42+00:00 da Redazione Ehoverboard

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *